La Valigetta
Put a Heart into your Records bag
Cicale_CoverFB_1630x916.jpeg

DV093 / MInnie's - Cicale

DV093 / Minnie’s - Cicale

Ci sono band che esulano dal tempo, perché ne creano uno proprio.
Una di queste risponde al nome di Minnie’s, tra le più longeve e sotterranee della scena indipendente italiana: una carriera costellata di concerti (più di seicento) e dischi (otto tra lp ed ep), un legame indissolubile e profondo con Milano, che li ha visti crescere ed è cresciuta con loro, ma sempre attenti a tutto quello che si muove fuori, in Europa, in Sudamerica; un’evoluzione costante che li ha portati dal punk rock degli esordi a Cicale, il loro nuovo singolo, attraverso formazioni diverse, contratti con etichette microscopiche e major globali, accelerazioni improvvise e rallentamenti necessari.

Per arrivare qui, nel 2019, con un brano nuovo, diverso, che racchiude tutta la loro essenza ma che segna anche un punto di svolta. Perché solo così ci si può sentire forti, felici, anche cattivi quanto serve.
Perché il tempo, adesso, è il loro tempo.
Qui la première del video sul Corriere della Sera:

 
 
Il 22 ottobre 1994 era un sabato. Nel cortile del Berchet, i Minnie’s stanno affilando gli strumenti. Una band che rappresenta un punto di vista sugli ultimi vent’ anni dell’underground milanese: l’inizio dei social network e la fine dei centri sociali. I Minnie’s sono tra i pochi atterrati in piedi nel salto đal palco del liceo al palazzetto.
— Corriere della Sera